Ma come fai a fare tutto?

Vi racconto come sto affrontando la gravidanza con due bimbi piccoli e vi presento una buona alleata per sconfiggere la stanchezza e i piccoli disturbi del terzo trimestre.

Una delle domande più ricorrenti che mi viene posta in questo periodo è: ma come fai a fare tutto, incinta, con due bimbi piccoli, un’attività da gestire e un marito spesso in trasferta?

C’è chi non si capacita di come io non sia ancora stramazzata al suolo, o forse sotto sotto un po’ se lo augura.

Chi mi vuole bene invece si preoccupa di ripetermi continuamente di non stancarmi troppo. Ringrazio e prometto di seguire il consiglio, anche se io, questa raccomandazione, non solo non riesco a metterla in pratica, ma onestamente non l’ho mai capita.

E poi c’è mio marito, che a volte mi guarda estasiato come se fossi la donna bionica, altre sere deve raccogliere pezzi di me sparsi sul divano.

Non ho formule magiche per tenere insieme tutto, semplicemente sto affrontando questa gravidanza senza pretendere troppo da me stessa e cercando di seguire il più possibile i segnali che mi dà il mio corpo.

Quando sto bene, avanzo come un caterpillar, in preda al tipico delirio di onnipotenza della gestante.

Ma quando ne sento il bisogno, rallento il ritmo, mi concedo una coccola e rimando ciò che si può rimandare, senza farne un dramma. La montagna di biancheria da stirare cresce giorno dopo giorno, tanto per fare un esempio. Ma tanto di vestiti spiegazzati non è mai morto nessuno, no?

babybump

In generale, posso ritenermi molto fortunata, perché la gravidanza procede senza problemi e il mio fisico sta reggendo bene anche se lo strapazzo e, a causa dei ritmi frenetici, non sempre riesco a rispettare un regime alimentare regolare e bilanciato. Mi ero ripromessa di curare molto l’alimentazione, di bere molto, di fare qualche passeggiata. Invece spesso mi ritrovo a mangiare quello che mi va, quando mi va. Il che un giorno è solo frutta e verdura, quello dopo due fette di cheesecake. E le passeggiate? Ma in quale film?

Chiaramente, quando ci si trascura un po’, può comparire qualche piccolo fastidio. Quelli che mi affliggono sono gli stessi che ho già sperimentato quando aspettavo Alessandro e Gabriele, con la differenza che stavolta sono comparsi in largo anticipo: il bruciore di stomaco e i crampi notturni.

Qualche mese fa, sono stata invitata a testare l’acqua DonatMg, un’acqua minerale naturale ricca di magnesio, particolarmente indicata nel periodo della gravidanza, che dovrebbe aiutare a prevenire anche questi disturbi.

donatmg_colazione

Sono molte le acque minerali in commercio che promettono di fare magie. Come quella che, se non ti renderà bella come Miss Italia, almeno ti farà fare plin plin quanto lei. Oppure quella che, eliminando l’acqua, ti regalerà una vita più snella, ma solo se la bevi con un completino fitness all’ultima moda. Parliamoci chiaro: io sono una pubblicitaria, sono totalmente immune a questo tipo di promise.

Ho quindi affrontato il test dell’acqua DonatMg con la mia solita curiosità, ma anche con severo scetticismo. Dopo averla provata, ve lo devo proprio dire: quest’acqua mi ha conquistata.

Non solo ho trovato piacevole berla – è molto dissetante e io amo le acque frizzanti – ma ne ho tratto un reale beneficio immediatamente.

Quello che non sapevo

DonatMg è l’acqua minerale più ricca di magnesio al mondo, utilizzata da oltre 100 anni per scopi curativi. La sua fonte, antica quasi 8000 anni, si trova a Rogaška Slatina, in Slovenia.
Grazie al magnesio e ad altre sostanze minerali, quest’acqua ha proprietà curative che attenuano o prevengono numerosi disturbi, fra cui quelli che si possono accusare nel periodo della dolce attesa.

In gravidanza, infatti, il fabbisogno di magnesio aumenta a causa della crescita del feto e delle modifiche al nostro metabolismo. Se non viene assunto in quantità sufficienti, il suo livello nel sangue cala rapidamente.

È molto importante integrarlo nella nostra alimentazione, specialmente nel terzo trimestre: è indispensabile per la crescita, attiva numerosi enzimi, contribuisce al normale metabolismo, combatte la stitichezza, riduce la stanchezza e la spossatezza, allevia i crampi muscolari, mantiene le ossa e i denti sani, aiuta a prevenire il parto prematuro e il diabete gestazionale. Scusate se è poco.

Poiché, anche seguendo una corretta alimentazione, di solito non si raggiungono i 300mg di magnesio al giorno, il modo più efficace e naturale per integrarlo è assumerlo bevendo. Ci sono molti integratori di magnesio in commercio, ma in effetti la forma idrosolubile è quella preferibile, perché in questo modo il metabolismo non ha bisogno di dissolvere i minerali nel proprio liquido e li invia direttamente alle cellule.
Un litro di acqua Donat contiene più di 1000 mg di magnesio, pertanto il fabbisogno viene soddisfatto con soli 2 bicchieri d’acqua al giorno.

dosi giornaliere magnesio

Funziona davvero?

Nella mia personale esperienza, sì. DonatMg mi ha aiutata a combattere la stanchezza e la spossatezza. La sensazione di benessere che si prova consumandola abitualmente è reale, ecco perché dopo averla provata ho deciso di acquistarla.

Bevendola tiepida, a piccole dosi, durante l’arco della giornata, riduce sensibilmente il bruciore di stomaco e previene il reflusso.

DonatMg_atavola

Che il magnesio prevenga le contrazioni e i crampi muscolari è un dato di fatto. Io non pensavo di esserne carente, ma in effetti terminata la mia scorta d’acqua e prima di ricevere i rifornimenti, ho sofferto di crampi notturni. Ripristinato il magnesio, il problema si è subito risolto.

bottiglia vuota

Le mie conclusioni

Oltre a far bene, come ho ampiamente spiegato, è un’acqua buona. Dettaglio per me non trascurabile. La semplicità di assunzione è un altro punto a favore, dal momento che odio capsule, pillole e integratori vari.
Unico neo forse, non è facilmente reperibile. Ma si può ordinare comodamente online, e per alcuni in realtà questo è un vantaggio!

Devo anche precisare che DonatMg non va consumata come una comune acqua. Non è infatti necessario assumerne due litri al giorno, ne bastano due bicchieri o tre. Il suo prezzo va quindi eventualmente comparato a quello di un integratore.

DonatMg è consigliata anche in allattamento, quindi io sicuramente continuerò a consumarla anche dopo la nascita di BabyB.
Decisamente un prodotto che #amammamattapiace.

Se siete curiose di provarla, potete ordinarla direttamente dalla pagina Facebook In dolce attesa Mg e nello shop online di DonatMg.

have fun.

Mi interessa sapere cosa ne pensi!