La gravidanza ti fa bella. Forse.

Si dice che le donne incinta abbiano sempre un aspetto meraviglioso. La gravidanza ti fa bella, dicono. Anche l’Arte e la Letteratura ci insegnano che una donna incinta è sacra e bellissima, l’apice della femminilità. Ma ci crediamo davvero? Parliamone, vi prego.

Si dice che le donne incinta abbiano sempre un aspetto meraviglioso. La gravidanza ti fa bella, dicono. Anche l’Arte e la Letteratura ci insegnano che una donna incinta è sacra e bellissima, l’apice della femminilità.

“Ma come sei bella!”, “che bel pancione”, “son tutte belle le mamme del mondo”, “sei meravigliosa così”. [Cosa vorresti insinuare con quel così in grassetto scusa??]

Quante volte abbiamo sentito – o pronunciato – queste frasi? Ma ci crediamo davvero? Parliamone, vi prego.

Premesso che, se fai la modella, la velina o la soubrette, pesi 45 kg a inizio gravidanza e 43 al termine, non rientri neanche nella categoria “incinta”. Sei squalificata, fuori dai giochi, pussa via!

Premesso che, se sei uno scorfano anche in partenza, la gravidanza non ti fa bella proprio per niente. È il miracolo della vita sì, ma la cosa finisce lì, purtroppo.

Parliamo di donne normali, di donne medie, di comuni mortali. Parliamo di donne che la mattina quando si svegliano non somigliano alla Bella Addormentata nel Bosco, ma a Maga MagòParliamo di donne vere. E guardiamo in faccia la realtà: è categoricamente escluso che la gravidanza ci faccia belle per tutto il tempo. Dal primo al nono mese, dal giorno del test a quello del parto, ma anche e soprattutto subito dopo.

Il problema nasce tutto dalla rapidità con la quale il nostro corpo cambia, in gravidanza. Che una mattina ti trovi carina, quella dopo appena passabile, il terzo giorno fai rimuovere a tuo marito tutti gli specchi di casa e daresti fuoco all’armadio, tanto dentro non c’è assolutamente NIENTE.

Mentre la piccola meraviglia che portiamo in grembo attraversa un certo numero di fasi di sviluppo – che si traducono in imbarazzanti nomignoli da legume che gli affibbiamo: lenticchia, pisellino, fagiolino, cecio, fagiolo – così pure noi subiamo un mutamento, anzi, una mutazione.

Io, che ci sono passata due volte, ho ancora abbastanza chiare nella mente le diverse tappe che ho attraversato. Sono le fasi imprescindibili dello schizofrenico viaggio della gestante mutante verso il più lieto degli eventi: la nascita del proprio bambino.

 

FASE 1.

Euuiua! Sono incinta! Una vita sta sbocciando dentro di me! Sono Madre Natura! Corro subito a comprare la cremina miracolosa per prevenire le smagliature consigliata da tutte le youtuber famose! ^_^

FASE 2.

Ok, sono al terzo mese. Dov’è il mio pancino? Dico sul serio, ma quando cacchio spunta la pancia? VOGLIO LA PANCIAAA!

FASE 3.

OK, so che volevo una pancia, ma cos’è sta roba? Questo non è un pancione, è un budino. Sembro grassa! Le persone mi guardano con un punto interrogativo e non sanno se devono congratularsi con me o sequestrarmi le tavolette di cioccolata.

L’unica soluzione logica penso sia fotografarmi vicino ad un frutto o al suddetto legume della stessa dimensione del bambino, e pubblicarla su tutti i social. Capiranno che sono incinta? Nel dubbio, mi metto questa.

 

FASE 4

La panciaaa! Ho la panciaaa! Finalmente questo figlio ingrato ha deciso di manifestarsi. Hey gente, sono incinta! Guardate che panza! Guardate tutti la mia pancia! 

Oh, la gravidanza è proprio una figata. Mi sento una dea, ho dei capelli da favola e grazie alla cremina miracolosa delle youtuber ho una pelle di seta. Non capisco perché tante donne stiano sempre a lagnarsi!

 

FASE 5

Piano piano piano. Aspettate un attimo. Mi aspettavo un pancione, ma non così tanto ONE. Seriamente, fermate questa cosa. Mancano ancora due mesi e la gente ha iniziato a chiedere se aspetto dei gemelli. NON ASPETTO DEI GEMELLI, CHIARO??

Smetti di chiedermelo. Anzi, non voglio vederti mai più.

Non credo sia possibile diventare più grossa di così. E comunque sento che partorirò in anticipo. Sì, sicuramente partorirò in anticipo.

FASE 6

È ufficiale: sono enorme, sono un caso da studiare, un mostro. ESCI DA QUESTO CORPO! Dottore ma è sicuro che non siano gemelli? No perché a me sembrano gemelli. Guardi che sto generando un gigante, come farà a uscire? Me lo tiri fuori lei per favore. ORA.

P.S. Ho delle smagliature che partono dalle tette e mi attraversano come un’autostrada a cinque corsie. La prossima guru di bellezza in gravidanza che apre la bocca giuro che l’annego nell’olio di mandorle dolci.

FASE 7

Ce l’ho fatta. Ho partorito. Ci ho messo 78 ore da quella che secondo me è stata la prima contrazione, ho già raccontato il mio parto a tutti quelli che conosco e naturalmente ho condiviso un post molto dettagliato sul mio blog.

C’è solo un problema: la pancia è ancora qua. Giro con una carrozzina con un neonato dentro, e la gente mi chiede ancora quando devo partorire.

Odio tutti, tranne mio figlio.

E se qualcuno mi tagga in una foto su Facebook lo uccido. 

have fun.

Mi interessa sapere cosa ne pensi!