Impariamo le regole: le nostre grafiche da scaricare

Le regole per i bambini sono importanti. Volete una grafica colorata da scaricare gratuitamente per insegnare loro a rispettarle?

Siete già rientrati dalle ferie? Allora forse anche voi state sperimentando gli effetti devastanti che le vacanze, anche se brevi, possono avere sui figli.

Ne avevo parlato anche l’anno scorso nei miei Racconti di fine estate, che ho riletto con un pizzico di nostalgia, visto che quest’anno, con l’arrivo di Bibi, non ci siamo potuti concedere la lunga trasferta al mare. I bambini, d’estate, vanno un po’ in tilt. Siamo noi genitori i primi a mollare la presa: cambiamo ritmi, incasiniamo tutti gli orari, per cena gli buttiamo nel piatto i peggio mappazzoni freddi perché non ci va di accendere i fornelli.

Ad abituarsi alle nostre regole, ci avevano messo mesi.

Ad abbracciare l’anarchia estiva, ci mettono cinque minuti.

Ecco perché al rientro dalle vacanze, totalmente esasperati e più stanchi che alla partenza, abbiamo deciso di fissare alcune regole fondamentali. Sono le nostre regole di sempre, ma per rafforzarle ed aiutarli a tenerle bene a mente, ho riassunto tutto in una grafica colorata e di facile comprensione da appendere in casa.

regole bambini da stampare

Inoltre, visto che con noi ha già funzionato per insegnare ad Ale a dormire nel proprio letto, adotteremo nuovamente il gioco delle stelline. Non l’ho inventato certo io, si tratta di un ben noto sistema educativo (in gergo tecnico: token economy) abbastanza efficace per responsabilizzare i bambini ed incentivarli ad adottare dei comportamenti positivi. Ogni volta che i bimbi mostrano di saper rispettare le regole, guadagnano materialmente una stellina (o un gettone, o qualsiasi altro oggetto simbolico) da attaccare su una scheda. Un certo numero di stelline dà accesso ad un premio: un gioco, un dolcetto o, quello che preferisco: un’attività divertente da fare con mamma e papà.

regole bambini - token economy

Nel tempo, le regole dovrebbero essere interiorizzate dai bimbi e il sistema dei token non sarà più necessario. Per Ale è stato proprio così: era così fiero di aver guadagnato la propria autonomia durante la notte che neppure si ricordava delle stelline e dei premi!

regole bambini - token economy

Oggi ve ne ho parlato su Snapchat (se volete seguirmi, mi trovate come mamma_matta) e in tantissime avete mostrato interesse, così ho pensato di condividere le grafiche. Spero vi siano utili.

free printables regole bambini

[sociallocker]Ora potete scaricare il file QUI.[/sociallocker]

Oltre alle nostre regole, troverete naturalmente anche dei riquadri personalizzabili per inserire le vostre 🙂

Come sempre, mi farà molto piacere se lascerete un commento qui sotto dopo aver scaricato il file per farmi sapere quali sono per voi le regole più importanti e non dimenticate di taggare @mammamatta su Instagram se scattate una foto alle grafiche 😉

 

have fun.

22 comments

  1. Trovo quest’idea suoer stimolante! Scaricherò anche io il file, perché pensare che non mi servirà vorrebbe dire essere troppo ottimisti ?
    Quindi grazie per le tue dritte sempre top!

  2. Tu Ornella sei davvero il top!! Da brava grafica {con il blocco del grafico, ahimè ? incinta e con gli ormoni a palla} quale sono, pensavo a queste grafi-regole ~le chiamo così~ già da un pò per riprendere la sanità mentale acquisita con fatica durante tutto il resto dell’anno. Qualche abbozzo l’ho creato, ma per diversi motivi non sono riuscita a completarle. Ho scaricato con piacere le tue grafiche che appenderò sul frigo di casa ☺️ e taggherò sicuramente mammamatta su Instagram…se ti fa piacere taggherò anche la foto di quelle che ho creato io, così mi dirai cosa ne pensi. Auguri per tutto, a presto

  3. Quindi dolcetti e coccole solo per bambini che ubbidiscono..come dare crocchette ai cani che si siedono..
    .mi spiace ma non sono d’accordo. Insegnamo ai nostri figli il bello dell’autonomia, questa deve dare soddisfazioni a sé stessi e non ai genitori, lasciando che imparino si impegneranno per loro stessi, così da adulti studieranno per avere una cultura personale, così prenderanno le loro decisioni senza seguire il branco, così si sentiranno sempre fieri di loro stessi senza cercare l’approvazione altrui.

    1. Ciao Verynormalmommy,
      no, non voglio addestrare i miei figli come cani e non ho neanche mai usato – volutamente – la parola ubbidire, che suona terribilmente antica. Le coccole poi non sono mai condizionate in questa famiglia.
      Qui non sono stata ad approfondire l’argomento, ma forse non hai mai letto nessuno dei miei post. Altrimenti sapresti che in fondo la pensiamo allo stesso modo. Sul tema dell’approvazione a tutti i costi sono totalmente in accordo con te.
      Solo io credo che una cosa siano i valori, un’altra le regole del buon vivere quotidiano. I valori si insegnano soprattutto con l’esempio, e nel lungo periodo. Sullo stare seduti composti a tavola, invece, non credo sia necessario scrivere un trattato di filosofia: si fa così punto e basta. Non devo generare una discussione sul perché non si possano avere due merende, perché potrebbe protrarsi all’infinito: “Non puoi avere una seconda merenda perché altrimenti non ceni”. “E perché devo cenare per forza?”. I miei figli, che ti assicuro pensano già parecchio con la propria testa, a questo gioco infinito potrebbero facilmente batterci 😀

  4. appena ho visto su snapchat che stavi caricando il post scaricate subito!! Grazie ORNELLA sei sempre un vulcano di idee e ti ammiro molto come mamma e donna!!un bacio

  5. Grande e grazie mamma matta!le stamperò e le applicherò a casa nostra quest’anno ci serviranno in particolar modo visto che uno inizia l elementari e uno la scuola materna e sono lievemente nel panico..
    Anche io credo che per viver assieme ci vogliano regole perché se facciamo ciò che ci pare sempre e comunque sarebbe un casino…e cosi anche Nell famiglia. I valori credo come dici tu vengano insegnati cn l’esempio e l esperienze vissute…grazie ancora x la bellissima idea.

  6. Noi siamo ancora in vacanza, ma appena torno scarico plastifico e attacco.. proviamo! Grazie per la condivisione! ?

  7. Oh sì, mi piace molto! Anche perchè anche a casa nostra le routine sono un po’ saltate durante l’estate, ma tra poco si riprende il nido e non vorrei creare troppo scopiglio alla nanetta! Secondo te da quando cominciano a capire davvero queste regole? La mia piccola non ha ancora un anno e mezzo, ma onestamente non mi sembra che possa far sue delle vere e proprie regole…forse mi sbaglio io, lei magari le capisce benissimo anche se ci sembra ancora troppo piccola!

    1. Ciao Chiara 🙂
      Secondo me a un anno e mezzo è presto per le regole. A questa età è sufficiente concentrarsi sui “NO” essenziali, che servono più che altro per la loro sicurezza 😉

  8. Grazie Ornella!! Le avevo già viste su snapchat e le scarico molto volentieri! Sono perfettamente d’accordo quando scrivi, in uno dei commenti, che una cosa sono i valori e una cosa le regole del quotidiano. Io sono molto poco esigente su tante cose con mia figlia, ma su determinate cose non transigo. Tipo l’educazione a tavola, salutare le persone (cosa non scontata…). Mio babbo mi dice sempre: le regole rendono gli uomini liberi! ? Condivido con piacere!!

  9. Bellissima idea!!ho scaricato ed incorniciato le foto,spiegato il funzionamento a mio figlio grande (il piccolo ha 6 mesi ma se cresce con queste regole già saremo a buon punto!) che ha trovato entusiasmante il doversi guadagnare le stelline e mi ha detto :”Mamma ma io due regole già le osservo sempre:ti do tanti bacetti e ti voglio tanto bene!” ????

  10. Meno male che ci sei tu a confortarmi…questa estate è stata proprio lo sfascio delle regole e dei buoni propositi causa troppa stanchezza e nonni troppo accondiscendenti. Ci rimetteremo in pista? spero almeno questo, visto che altri obiettivi alti come togliere pannolino e ciuccio non sono stati raggiunti….Grazie per l’aiuto. Scaricherò di sicuro, ma mi metto all’opera per creare altre regolucce per il bagno, visto che mio figlio ha smesso anche di amare la pulizia personale quest’estate…ahahahah aaaiuto!!!

  11. Ornellaaa !
    Sei arrivata con questo post al momento giusto!!!
    Stavo giusto pensando di attaccare anche io qualcosina sulla nostra porta d’ingresso o sul frigo dove teniamo di tutto e di più..
    Anche qui con il nostro Tommaso ( 4 anni ) siamo alle prese con ” regolare i pasti/merende “, come ti capisco.
    Tommy tende a mangiare sempre poco e spesso.
    Sempre stato così ma… stiamo migliorando dai. 😉
    Le regole sono importanti e come dici tu son d’accordo che debbano essere prese come un gioco, con serenità, con sorriso!
    Ottima idea quindi e le grafiche TOP! Mi piacciono un sacco.
    Le ho scaricate subito !!!
    Ps. Io già anni fa le avevo preparate per i figli del mio compagno, con il cartoncino e con forme diverse in base al “problema” su cui concentrarsi per migliorare, quindi garantisco che hanno funzionato !
    Tempi di apprendimento luuunghi ma vabbè, dettagli !!!
    hahhaha!!!
    Un abbraccio,
    Elisa – Qualcosa Da Mamma
    https://qualcosadamamma.blogspot.it/

  12. L’idea è fantastica Io avevo pensato quest’estate di stabilire con mia figlia i giorni della settimana e i orari quando doveva fare qualche compito. Sono sempre dall’idea che se le regole del gioco sono stabilite (nel mio caso) insieme e rispettate da tutti aiuta tantissimo a stabilire un equilibrio .

Mi interessa sapere cosa ne pensi!